compendio al trucco del viso femminile (lùmina, n.21)*

devi dare fondo al fard in altre terre rare
se la carnagione è chiara, le tonalità rosate,
il beige e l’albicocca nella vera tinta
sotto gli occhi scura, come tra le ciglia
di matita nere, attorcigliate a un filo
di emozione, preferisci i toni intensi
del mattone, la prugna e la ciliegia.
se sei scura la cannella, se rotonda
sulla guancia sfuma punteggiando
dalla tempia, poi da guancia a collo
in giù, se sei lunga dall’orecchio
al naso, poi nel quarto alto della fronte
e sopra il mento, orizzontale.
lascia a sé lo zigomo, o sotto
o sopra segna appena il suo colore.
evita però l’azzurro agli occhi,
il fondo del turchese tante volte visto
e considerando di altre forme il pianto.
devi mettere sui denti i punti
del discorso, l’ansia,
il fiato buoni a dir le cose,
devi averci un po’ di voce infine
da coprire il cuore.

*In lùmina (archivio apocalittico farsesco) (La Camera Verde, 2012).
Un’edizione critica può essere ordinata QUI.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s