Lettera: Finale Ligure, 30 Dicembre 2009

 

cara *,

scrivere d’acchito, senza provare e riprovare le possibili permutazioni del verso, le sostituzioni di alcuni termini con altri, è trascurare i pesi di tutte le parole, come a dire che permutando il 2 col 3 non si incrementi o riduca il valore di un numero. Non è così che si rende un vivo rendiconto della realtà, trascivendola, ma scrivendola, il che è un approccio ben diverso (le cose nelle cose, le cose nelle parole…). Pensa ai problemi che pose già Zola nel suo Roman experimental, più di un secolo fa. E questo non è tutto. Ci sono altri (alcuni nomi li hai fatti tu, altri non li devo ripetere) che pongono la riscrittura come un semplice esercizio di stile, senza intravedere e risolvere i problemi del testo, della sua struttura a un livello più profondo. Forse perché par bello a loro scrivere e scriverne, e necessario dire che lo fanno, per costruirsi una credibilità artistica, come per un chimico esporre in una teca piccoli pesi e bilance inservibili, a dimostrazione della cura con cui combina i propri elementi e bilancia le reazioni. Non stai già ridendo? A me tutto questo fa sonoramente ridere, come la pletora di tenerezze e di bambagia in cui si avvolgono certe insulse nuove pubblicazioni, nate non tanto dall’estro, quanto dalla pigrizia di certe dita che, non sapendo far di meglio o a maglia, digitano lettere in forma di parole e stampano, stampano, strepitano ovunque. Sono duro e presuntuoso? Non potrei entrare così spesso in polemica, perché la conversazione avrebbe da più parti toni risentiti, astiosi ed io non amo la materia dialettica reciprocamente masturbatoria. Preferisco l’ispirazione scorbutica dei cani, i latrati, i movimenti fantastici dei lupi, alle mollezze a modo di abatini e donzellette di quest’altri e il sentimento è corrisposto.
Del resto almeno una libertà non è negata a entrambi: a te di non leggermi, a me di scrivere senza condividere il tuo canone. Non è poco.

Un abbraccio intero, circumnavigandoti.
Federico

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s