Lettera: Finale Ligure, 18 Giugno 2008

 

caro *,

ho appena ricevuto i libretti che mi avevi promesso e ti ringrazio per avermi fatto scoprire il cielo di Pistoia sotto cui scrisse Manzini e le altre rarità d’azzurro in Bigongiari. Trovo molto bello e curato anche il formato grande, tipo quaderno, che non avevo ancora visto nella collana delle Streghe.
Ti scrivo per metterti al corrente di due ulteriori progressi nel libro su Nika. Come sai, avevo chiesto alla famiglia una data più precisa per ciascuno dei 14 inediti che sto traducendo dal russo. Mi è stato spiegato che, l’unica certezza, è che la stesura sia posteriore al 1990: da quando Nika andò a vivere lontano da casa non ci fu più modo di mettere ordine nel suo archivio sino alla morte e non era del resto sua abitudine datare i foglietti su cui appuntava i versi. A questo punto, ritengo si possano raccogliere nel libro i testi in due gruppi: quelli antecedenti al 1990 (per i quali la datazione è certa, visto che la mamma o la nonna se ne occupavano personalmente) e quelli posteriori, citando in nota al primo la motivazione.
L’altra cosa, per molti aspetti ancor più rilevante, riguarda la nota biografica. * ha promesso di farmi avere entro 10 giorni uno scritto autorizzato dalla famiglia, visto che, parlando sia con lui che con la nonna, è emerso che molte delle informazioni reperibili in rete risultano prive di fondamento o fortemente distorte. Se sei d’accordo, citeremo allora * come autore della nota, a me spetterà il compito di tradurla e adattarla alle esigenze del libro. Credo si tratti di un passaggio fondamentale per il nostro progetto, al di là del valore poetico dei testi che stanno emergendo, perché riusciremmo, per la prima volta e dopo molto tempo in Italia (e forse non solo), a fissare con certezza qualche dato nella vita di Nika, attraverso le testimonianze dirette della famiglia, stabilendo per lo meno con chiarezza i dati e le fonti. Ciò che più rende inaffidabile la raccolta di informazioni attraverso la rete è che, siano vere o false le cose che vi si trovano, non solo è impossibile distinguere i due casi, ma neppure citare con sicurezza le fonti. Come ben sai, alla luce di quanto mi disse * dopo il primo colloquio telefonico con *, ci sono ancora troppi punti oscuri legati al giorno della sua morte.
Forse anche questo è un modo di rendere giustizia a Nika, o iniziare a farlo.

Ci sentiamo presto
Federico

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s