Lettera: Finale Ligure, 21 Febbraio 2007

Finale Ligure, 21 Febbraio 2007

 

caro *

ti ringrazio del pensiero. Il viaggio è andato bene e ha portato una felicità che ora è difficile superare. Tutto in quel paese sembra contenerne i segni: l’ambiente e le persone. Ho scelto la fine dell’inverno quest’anno per trovare un po’ di neve sui sentieri e nelle città. È difficile non scrivere quando ci si meraviglia tanto. Ogni intonazione coglie il viso, e in un raggio il sole la fronte al vetro che addolcisce i ragionamenti.
Nella festa dei muschi sopra il legno, la promiscuità di luce, acqua e pietra, l’umiltà del tempo che non si segnala agli orologi: i piccoli traguardi sono invisibili e necessari. L’ingegno anche abusa delle immagini, in frenetica trafila di linee e di colori. Un fonetico andirivieni tra i margini dei fogli ci governa. Più che la vita, in un balzo di cinquanta o sessanta anni, è duro superare ogni scalino vuoto, la novità del silenzio, senza tirarsi indietro.
Un abbraccio sincero
F.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s